Va a Gregorio Viglialoro il Premio “Calogero”

Il prestigioso e ambito premio “GIUSEPPE CALOGERO 2016”, giunto alla XXIX EDIZIONE, è stato assegnato a Gregorio Viglialoro grazie all’opera “Echi e Risonanze Frammenti Etno-Musicali Calabresi. Dalla tradizione alla Contaminazione, una produzione Nuova Santelli Edizioni.

Si tratta di un’opera che rappresenta una grande operazione culturale: l’accostamento tra poesie in vernacolo calabrese di grande spessore e musiche di alta qualità che spaziano dalla musica lirica alla musica popolare, minuziosamente curate da M ° Francesco Perri. In alcuni brani è possibile persino ascoltare la voce narrante dell’autore stesso.

Esprimono a tal proposito grande soddisfazione la Nuova Santelli e lo stesso Gregorio Viglialoro, giunti ormai al loro 28° anno di collaborazione e pubblicazioni, dopo quest’opera che riesce a mettere insieme editoria e discografia, musica e cultura, tradizione e innovazione.

Gregorio VIGLIALORO è nato a Laureana di Borrello (RC). Laureato in Economia e Commercio, Dirigente emerito del Ministero del Tesoro/ Ragioneria Generale dello Stato. Direttore della Ragioneria provinciale dello Stato di Cosenza e di Crotone. Capo Dipartimento dell’Economia e delle Finanze della Provincia di Cosenza. Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. Commercialista, Revisore contabile e Consulente Tecnico di Ufficio presso il Tribunale di Cosenza. Scrive da decenni in lingua e in vernacolo calabrese. Si ‘interessa di cultura popolare, folklore, filologia e antropologia culturale e criminale. Studioso di Economia Montana e Forestale e Micologia. Collabora a Riviste e a Periodici culturali. Per la metodologia di ricerca e di sintesi si rifà agli Studiosi Raffaele Lombardi Satriani, Giovan Battista Marzano e, in specie, al Ch.mo Prof. Dr Gerhard Rohlfs – già Ordinario di Filologia romanza nelle Università tedesche di Tubinga e di Monaco di Baviera, Specialista di Glottologia romanza, di Lingua e Dialettologia italiana, francese e spagnola – col quale ha avuto una periodica frequentazione negli anni ’50-’80, in coincidenza con le ricerche etnolinguistiche condotte dall’Esimio Glottologo sul territorio laureanese, ricavandone un arricchimento determinante per la propria definitiva impostazione poetico-linguistica.
– Premio CIVIS 1962 del Ministero della P.I.
– Premio alla Cultura 1983 della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
– Corrispondente di un’Agenzia di stampa nazionale autonoma.
– Iscritto dal 1979 alla SIAE come creativo-Sezione OLAF.


Ha pubblicato:

– In vernacolo:
Poesia:
“Ardichi e Sambucu” Mit CS 1979, premi “Il Pino d’Oro 1979″ e “Vittorio Cappelli 1982”.
“Accipitòtu” Edizione Nuova Comunità CS 1983, premio Zàgara di Rosarno 1984.
“Sonetti ncazzusi”, con nota del Ch.mo Prof. Gerhard Rohlfs, Nuova Santelli Edizioni 1988.
“Passa lu tempu e signa” Nuova Santelli Edizioni 1993.
“Umbri” Edizione Nuova Santelli Edizioni 1999.
“Vuci di celi luntani” Nuova Santelli Edizioni 2007.
Teatro:
“A Chiusura-lampu” [Tra il serio e il faceto, una quasi commedia satirica (in tre atti). Sperimenta-
zioni teatrali dialettali] Nuova Santelli Edizioni 2007.
Saggistica:
“ECHI E RISONANZE” Frammemti Etno-Musicali Calabresi. Dalla tradizione alla contaminazione.
Saggio poetico-musicale con partiture – Nuova Santelli Music 2014. 
Premio “Giuseppe Calogero 2016” XXIX Edizione e Premio “Amaro Silano 2017” IV Edizione.
– In Lingua:
Poesia:
“Le Nebbie dell’Essere” Gabrieli Ed. Roma 1981, Medaglia d’oro al Premio “Il Pino d’Oro 1983”.
“Violenza” Pellegrini Editore Cosenza 1983, Premio “Gubbio-Bosone (PG) 1983”.

Condividi con i tuoi contatti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *